Translate

sabato 18 febbraio 2017

"L'uroboro di corallo", Rosalba Perrotta: segnalazione


Una storia di riscatto “al femminile”  e di rinascita dall’autrice di All’ombra dei fiori di jacaranda. Un romanzo terapeutico


L'uroboro di corallo segnalazione
"L'uroboro di corallo", Rosalba Perrotta
Salani editore
Febbraio 2017


Ci sono giornate pungenti, frizzanti. Quelle giornate in cui ti senti vivo e il profumo della felicità sembra davvero essere la tua fragranza, come l'odore di camino  e Natale o, ancora, come l'odore d'estate, di sabbia, di sole e di salsedine. In quelle giornate fateci caso.

Il romanzo che La bottega vi segnala oggi è il secondo di Rosalba Perrotta, "L'uraboro di corallo", edito Salani, il secondo dell'autrice dopo "All'ombra dei fiori di Jacaranda". La Sicilia contemporanea è la scenografia di una rinascita al femminile contagiosa e moderna. Da qui l'interessante titolo "L'uroboro di corallo". 

L'uraboro è un simbolo antico, un serpente che si morde la coda formando un cerchio senza inizio e senza fine. Immobile solo all'apparenza, esso è icona dell'eterno movimento dell'universo e della natura ciclica delle cose. E la storia di Anastasia è, infatti, una storia di rinascita che inizia con il casuale ritrovamento di una spilla dal potere quasi magico, raffigurate la figura dell'uroboro. Nella sua trasformazione sembra rivivere il teorema di Thomas sull'interazionismo simbolico: " Se credi che una cosa sia vera, sarà vera nelle conseguenze". 

Fra riferimenti musicali e i segreti della calda Sicilia, emerge tutta la postmodernità di un romanzo complesso stilisticamente e che ha in se anime diverse: è un romanzo psicologico con tinte di umorismo puntellate di mistero e sociologia. "L'uroboro di corallo" è un romanzo che mette in discussione gli stereotipi e i pregiudizi molto spesso legati all'età. Si può cambiare a 71 anni?



Scheda tecnica
L'uroboro di corallo la bottega delle recensioni

Titolo: L'uroboro di corallo"
Autrice: Rosalba Perrotta
Casa editrice: Salani
Pagine: 324
Prezzo: 15,90 euro

Trama
Può un’eredità imprevista cambiarti la vita, anche se non sei più giovanissima e non ti aspetti più nulla dal mondo? Sì, se l’eredità è una spilla di corallo a forma di uroboro. Di un suo supposto potere magico è convinta Anastasia, una donna ‘all’antica’, insicura e piena di remore, che vive l’abbandono del marito come una colpa e ha congelato la propria esistenza nell’attesa di un suo improbabile ritorno. L’eredità dell’amante del nonno, un palazzetto in una zona malfamata di Catania e una scatola piena di cianfrusaglie tra cui l’uroboro, è l’occasione per cambiare tutto.Intorno ad Anastasia un mondo di personaggi vivi e reali: le tre cugine ‘continentali’, la figlia Nuvola con i capelli viola e il suo bizzarro mestiere, l’altra figlia Doriana, che scopre le gioie e i dolori dell’adulterio, e poi ancora il notaio-cuoco Matteo e l’inquietante cavalier Santospirito con le sue rocambolesche manovre per impossessarsi del magico uroboro. Ma specialmente Igor, il primo amore di Anastasia, che potrebbe tornare dalla Guadalupa e rimettere tutto in discussione…Un romanzo immerso nei caldi colori mediterranei, in cui ironia e fiducia nel cambiamento aprono nuove, meravigliose strade. (Trama tratta dal sito ufficiale della casa editrice: qui)


L'autrice
Rosalba Perrotta vive a San Gregorio, un piccolo centro alle pendici dell’Etna. È sposata e ha un figlio, Stefano. Non possiede bestiole domestiche, ma dà i croccantini ai gatti che visitano il suo giardino. Ha insegnato con grande passione Sociologia all’Università di Catania. È autrice, tra l’altro, di All’ombra dei fiori di jacaranda, edito da Salani.

Ringrazio l'ufficio stampa della casa editrice Salani per aver condiviso con il blog le informazioni tecniche relative alla novità editoriale. 

Nessun commento:

Posta un commento