Translate

domenica 12 febbraio 2017

"Dove porta la neve", Matteo Righetto: segnalazione

"Dove porta la neve" è il romanzo perfetto quando si ha bisogno di un abbraccio...un abbraccio vero


«La gente dice sempre cose tipo: “Tanti abbracci, un abbraccio, ti abbraccio”, 
ma poi nessuno si abbraccia mai per davvero… Io vorrei vivere abbracciato!»
Dove porta la neve  Matteo Righetto
"Dove porta la neve", Matteo Righetto
TEA


Se dovessi descrivere un abbraccio con il vocabolario culinario lo paragonerei alla rotondità di un vino rosso caldo ed avvolgente, accompagnato da frutta secca, pastosa e densa. A volte un abbraccio vale più di mille parole. Pur essendo muto dice tanto, al punto da travolgere tutte le barriere emotive. 

Questo gesto d'amore può essere considerato il simbolo della storia che Matteo Righetto ci racconta con il suo nuovo romanzo, edito TEA. Righetto,  autore padovano, è uno scrittore dall'evoluzione in fieri. Ogni sua novità editoriale è la partenza di un cambiamento stilistico e narrativo. In "Dove  porta la neve", la sua sensibilità letteraria si fa più forte nel raccontare con pudore, delicatezza e introspezione la storie di due uomini che trovano nell'abbraccio la grandezza di un gesto sottovalutato. 


Scheda tecnica
Dove porta la neve Matteo Righetto

Titolo: Dove porta la neve
Autore: Matteo Righetto
Casa editrice: TEA
Pagine: 148
Prezzo: 13,00 euro

Trama
È la vigilia di Natale e Padova sta per essere coperta da una nevicata memorabile. Carlo, 48 anni pieni di abitudini, come ogni mattina, da mesi, va a trovare la madre in clinica, dove si sta lentamente spegnendo assediata dai ricordi e dal bisogno di raccontarli. Nicola, 74 anni colmi di solitudine, ha appena perso il lavoretto che si era procurato come Babbo Natale davanti a un centro commerciale. Per Carlo, però, questo non può essere un Natale come gli altri e quando vede Nicola vestito di rosso e con la lunga barba bianca sente che il sogno può finalmente avverarsi: un vero regalo per la madre. Il suo entusiasmo risveglia Nicola, che organizza un breve viaggio per realizzare quel sogno, e per illuminare con un gesto gratuito d'amore l'oscurità che stringe d'attorno. Una vecchia Fiat 124 si allontana da Padova dentro la notte di Natale: al suo interno due uomini soli e un po' incoscienti riscoprono la forza dirompente di un abbraccio...
Con grande concentrazione e finezza di tocco, Matteo Righetto ci rende partecipi di una storia delicata e drammatica, tesa e commovente, la storia di un calore inaspettato scovato sotto un manto gelido di neve. (Trama tratta integralmente dal sito ufficiale della casa editrice: qui)

Biografia autore
Matteo Righetto è nato a Padova, nel 1972, dove insegna Lettere. Ha pubblicato Savana Padana (Zona 2009, poi TEA 2012), Bacchiglione Blues (Perdisa Pop 2011).
La pelle dell'orso (Guanda 2013) è diventato un film interpretato da Marco Paolini, per la regia di Marco Segato, ed è uscito nelle sale a novembre 2016. Con TEA nel 2016 Matteo Righetto ha pubblicato Apri gli occhi. I suoi libri sono stati tradotti in inglese e francese.

Nessun commento:

Posta un commento