"Un altro da uccidere", Federico Axat: segnalazione

Federico Axat con "Un altro da uccidere" regala al pubblico le manipolazioni mentali che animano il suo thriller psicologico

un altro da uccidere la bottega delle recensioni
"Un altro da uccidere", Federico Axat,
Longanesi
Segnalazione
La bottega delle recensioni

La prima settimana lavorativa post-vacanza sta per terminare...o almeno la mia finirà alle ore 13 di domani. Oggi perciò voglio segnalarvi una novità edita Longanesi che dovreste trovare in libreria dal 26 Agosto. Si tratta del romanzo con il quale Federico Axat fa ingresso nel panorama internazionale, già con un passato nazionale da milioni di copie vendute. Figlio di penna di King, Axat ci propone una suspance dal sapore argentino che sconvolge e rimescola le regole del thriller psicologico penetrando negli abissi delle manipolazioni e distorsioni mentali. Vi lascio alla scheda tecnica di segnalazione che seguirà. Buona lettura.



Scheda tecnica
un altro da uccidere la bottega delle recensioni

Titolo: Un altro da uccidere
Autore: Federico Axat
Casa editrice: Longanesi

Trama
Ted McKay ha una vita apparentemente perfetta: è ricco, ha una moglie che lo ama e due figlie adorabili. Ma Ted McKay è a un solo passo dalla morte, perché la sua mente è un labirinto. Proprio quando sta per premere il grilletto e farla finita però, Ted viene interrotto da un insistente scampanellio alla porta di casa. Nessuno sa che si trova lì, nessuno sa cosa sta per fare. Eppure, adesso che apre gli occhi e abbassa lo sguardo, Ted nota un biglietto sul tavolo. Una nota scritta da lui stesso, ma della quale non si ricorda affatto. Poche parole: «Apri la porta, è la tua ultima via d’uscita». Ted appoggia la pistola sul tavolo. Apre la porta. E inizia l’immersione nell’incubo. L’uomo che si trova davanti si chiama Lynch e ha una soluzione per lui: invece di suicidarsi, con tutto il carico di dolore che rimarrebbe a gravare sulla sua famiglia, Ted deve compiere un assassinio. Deve ammazzare qualcuno che, come lui, desidera morire. E qualcun altro, a tempo debito, farà di lui la vittima di un omicidio e non un suicida. È così che Ted McKay diventa “un altro da uccidere”. Ma è così, anche, che inizia un gioco macabro, fatto di illusioni e di manipolazioni, in un vortice che lo trascina sempre più nel cuore dell’abisso. (Trama tratta dal comunicato/scheda tecnica dell'Ufficio stampa della casa editrice)

Ringrazio l'Ufficio Stampa della casa editrice Longanesi per aver scelto di condividere con i lettori del blog la scheda tecnica della novità editoriale.
Alla prossima segnalazione!

La bottega delle recensioni

Post più popolari