Estate a base di "classici"

Estate 2016: sotto l'ombrellone i classici da rilettura

Scorpacciata di classici

Carissimi amici lettori è da un po' che non scrivo ma dopo mesi di lavoro e studio intensi ho deciso di concedermi uno stacco totale dalla routine. Solitamente l'estate è la stagione che vede sotto l'ombrellone letture "a basso impatto" così le definisco. In realtà, penso che la stagione calda, con il relax dei suoi ritmi e la dolcezza del mare sia la stagione migliore per potersi concedere il tempo di leggere o rileggere, perché no, un bel classico. 

La lettura di un classico esige un particolare coinvolgimento ma non vi pentirete della scelta quando scoprirete l'abilità dei prosatori passati. La mia scelta estiva è ricaduta per ora su uno dei  miei classici preferiti. Parlo de "Il conte di Montecristo" di Alexandre Dumas, seguito dal romanticamente coinvolgente "Cime tempestose" della nostra adorata Emily. 

Inutile negare che il fascino dei classici è intramontabile come il tubino nero o il costume intero a bordo piscina quando ci si è dati a troppi aperitivi e long drink. E vi assicuro che una volta riassaporati i classici sarà difficile tornare alla letture contemporanee. 

Che dire, dunque, dopo una scorpacciata di calorie, con ancora l'odore di cloro e salsedine, mi tuffo nel mare di Dumas e nelle onde di Emily. #diariodiunablogger

La bottega delle recensioni

Post più popolari