Destino

Affannata, scappi dai fantasmi
del tuo dolore,
ancora vivi nel labirintico vorticare
del tuo cuore esausto.
Sei irretita dalla danza
del tempo,
dalle note ipnotiche
di un beffardo cantastorie
che illude le tue speranze
con trame senza fine.
Un burattino nelle mani del
regista
si arrende al copione
vestendosi di
lacrime
e
amarezza.

ChiaraG

La bottega delle recensioni

Post più popolari