Il plurale di cacao di Stefano Denti

Eccoci tornati qui a cercare un pò di risate. Chi mi segue sa che pessimo lunedì ho trascorso, dunque, oggi ero in cerca di allegria scanzonata.
Per farci grasse e grosse risate, ho selezionato per voi un libro davvero particolare:
"Il plurale di cacao" di Stefano Denti.

Se anche voi, come me , ci avete dovuto pensare, formulando nella vostra testolina "cacai", ditemelo per non farmi sentire ancora  più stupida di quanto non mi senta.
Ebbene signorini e signorine dai modi principeschi, questo libro,dal titolo irriverente , parla di maleducazione. Diciamo che possiamo definirlo l'amico maldestro del Galateo;un prontuario della cattiva educazione.
Scherzi a parte, tutti abbiamo incontrato sul nostro cammino gente dai modi non molto cortesi. Io ho la calamita per il popolo di cafonlandia ad esempio.
Mi è capitato di dover pagare la cena nonostante fossi stata invitata per la festa del padrone di casa ed avessi portato il "presente". E come dimenticarsi poi del taglio di torta "umido". Si,  è in voga ultimamente: bisogna prendere un coltello abbastanza grande, affondarlo nella torta per ricavarne il primo pezzo, leccare la lama per ripulirla della crema in eccesso e continuare tagliando le "altre" porzioni di torta per gli "altri" commensali.
Ed infine, la regina delle esperienze. Passeggiavo tranquilla verso la stazione dove mi attendeva il trenino che mi avrebbe riportato a casa, quando vedo lentamente un signore dall'aria pacifica venirmi incontro....e....farmi un "rutto'" a due cm dal viso....
Insomma, simpatici i cafonlandesi...avranno letto tutti questo libro?
Facciamoci una risata su

Un abbraccio
Chiara

La bottega delle recensioni

Post più popolari